Home
Giornata Nazionale del Teatro in Carcere

Teatro Aenigma celebra la Giornata Nazionale del Teatro in Carcere con Carlo Formigoni. 

Il 27 marzo la Compagnia dell’Altopiano sarà alla Casa Circondariale di Pesaro con “Amleto dei bassi”

22.03.2017_-_yo_soy_rivera_casa_circondariale_di_pesaro_ph_dolcini.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


"Yo Soy Rivera" - Casa Circondariale di Pesaro. Ph Dolcini

Teatro Aenigma partecipa ai festeggiamenti per la Quarta Giornata Nazionale del Teatro in Carcere, il giorno 27 marzo, invitando a Pesaro la Compagnia dell’Altopiano che, alle ore 13:30 porterà in scena alla Casa Circondariale di Pesaro “Amleto dei bassi”, spettacolo ispirato alla storia di un giovane detenuto che acquisisce una grande consapevolezza e riscopre la vita proprio grazie al teatro. Per l’occasione reciterà, insieme ai suoi ragazzi, il direttore della compagnia Carlo Formigoni, maestro del Teatro Contemporaneo italiano, oggi ottantatreenne, che si è formato al Berliner Ensemble con Bertolt Brecht ed Helene Weigel negli anni Sessanta. 

La Quarta Giornata Nazionale del Teatro in Carcere, di cui Aenigma ha già anticipato la celebrazione con l’unica tappa italiana dello spettacolo molto apprezzato “Yo soy Rivera” della compagnia colombiana dell’università degli studi Caldas andato in scena in carcere il giorno 22 marzo, coincide con la 55° World Theatre Day, la Giornata Mondiale del Teatro. In questa occasione, una detenuta della Compagnia Teatrale “Lo Spacco”, attiva nella Casa Circondariale di Pesaro, leggerà il Messaggio per la Giornata Mondiale del Teatro che l’ITI– UNESCO, ha commissionato quest’anno all’attrice francese Isabelle Huppert: ”Il teatro per me è l’altro, il dialogo, l’assenza di odio. […] credo nella comunità, nell’amicizia tra gli spettatori e gli attori, nell’unione di tutti quelli che il teatro riunisce, quelli che scrivono, che traducono, quelli che lo illuminano, lo vestono, lo decorano, quelli che lo interpretano, quelli che lo fanno, quelli che ci vanno. Il teatro ci protegge, ci dà rifugio… Sono convinta che ci ama… tanto quanto noi l’amiamo…”.

L’Associazione Teatro Aenigma, grazie al suo regista Vito Minoia, ha sempre avuto un ruolo attivo nelle celebrazioni di questa giornata, a partire dal 2006, quando ha organizzato all'Ateneo di Urbino il Sesto Congresso Mondiale del Teatro Universitario. Tutte le iniziative progettate, a livello nazionale, in occasione della Giornata del Teatro in Carcere (promossa dal Coordinamento Nazionale del Teatro in Carcere, di cui Vito Minoia è il presidente) sono inserite nel Cartellone Unico disponibile sul sito www.teatrocarcere.it ed organizzate in collaborazione con il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria del Ministero della Giustizia La manifestazione assume, inoltre, un carattere internazionale grazie al collegamento con il cartellone dell’ ITI – UNESCO (Istituto Internazionale del teatro), di cui Aenigma è tra i cinque organismi promotori del Centro italiano.

 
< Prec.   Pros. >
Associazione Teatro Aenigma © 2009 tutti i diritti riservati