Home
Mariano Dolci e Vito Minoia in America

Le marionette italiane conquistano l’America

Il maestro burattinaio Mariano Dolci e lo studioso e regista Vito Minoia del Teatro Universitario Aenigma di Urbino, i prossimi 8 e 9 aprile, faranno conoscere la propria arte e i propri recenti studi e ricerche al pubblico statunitense.

mariano_dolci_con_burattino_foto_franco_deriu.jpg
Mariano Dolci con burattino, foto di Franco Deriu

Un’importante occasione per Mariano Dolci, maestro burattinaio riconosciuto internazionalmente, già docente di Teatro di Animazione all’Università di Urbino “Carlo Bo”, e per Vito Minoia, esperto di Teatro Educativo Inclusivo e direttore artistico del Teatro Aenigma nello stesso Ateneo, che i prossimi 8 e 9 aprile faranno conoscere la propria arte e i propri recenti studi e ricerche al pubblico statunitense.

Due gli appuntamenti in terra americana: il primo l’8 aprile presso l’ Eric Carle Museum of Picture Book Art di Amherst (Massachusetts) dove terranno una giornata di formazione con conferenze ed invitando i partecipanti a cimentarsi nella costruzione di una marionetta di semplice realizzazione.

Il giorno seguente i due studiosi e artisti interverranno a Boston alla Dante Alighieri Society di Cambridge con una conferenza dal titolo “Le marionette come strumento educativo e di promozione della diversità” che si svolgerà in collaborazione con l’ Ufficio Educazione del Consolato d’Italia. In questa occasione Mariano Dolci illustrerà i diversi modi con cui i bambini e gli educatori possono usare i burattini per comunicare in modo creativo, elevando quindi l’arte delle marionette ad una forma di espressione.

Vito Minoia, invece, illustrerà come i burattini celebrano l’inclusione e la diversità, presentando documentazioni dal lavoro sviluppato negli ultimi venti anni all’ Università di Urbino con la Rivista Europea Catarsi-Teatri delle diversità e nella Casa Circondariale di Pesaro coinvolgendo detenuti e detenute -insieme a studenti universitari- nell’allestimento di spettacoli di Teatro di animazione ispirati, tra gli altri, a Jarry, Gramsci, Garcia Lorca, Kafka. Nel corso degli eventi, grazie anche alla collaborazione di Mariangela Vigotti, saranno presentate performance di marionette.

Gli incontri saranno introdotti da Lella Gandini, Liaison for the Dissemination of the Reggio Emilia Approach negli Stati Uniti, storica collaboratrice del pedagogista Loris Malaguzzi (come lo è stato anche Dolci), persona che ha favorito e accompagnato gli studi e le ricerche degli scienziati Jerome Bruner e Howard Gardner sul significativo lavoro pedagogico a favore della Prima Infanzia in Italia.

 

e.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IN THE ART STUDIO

Puppets as Tools for Education and Diversity

April 8, 2017 9:00am - 3:00pm

(5 PDPs) A master puppeteer in the schools of Reggio Emilia, Italy, Mariano Dolci illustrates the multiple ways children and educators can use puppets to communicate creatively. Participants will hear from Mariano Dolci and Vito Minoia as they share stories of how puppets celebrate inclusion and diversity, and then attend a public puppet performance by Dolci. Following a break for lunch, participants will return to the Art Studio to construct their own paper puppets, with support from Dolci and Minoia. English translation by Lella Gandini. Instructors include Mariano Dolci, expert puppeteer from the schools of Reggio Emilia, Italy; Vito Minoia, Professor from the University of Urbino, Italy and Director of Theatre of Diversity Journal; and Lella Gandini, US Liaison for the schools of Reggio Emilia

See Workshops for Adults & Educators to sign 

 

 

 
< Prec.   Pros. >
Associazione Teatro Aenigma © 2009 tutti i diritti riservati